Cortinovis SCLC 2021
Oncologia Morabito
Roche Oncologia
Tumore prostata

Conservazione d'organo nei pazienti con adenocarcinoma rettale trattati con terapia neoadiuvante totale


I dati prospettici sull'efficacia di una strategia watch-and-wait per ottenere la conservazione dell'organo nei pazienti con tumore del retto localmente avanzato trattati con terapia neoadiuvante totale sono limitati.

In uno studio prospettico randomizzato di fase II, sono stati valutati gli esiti di 324 pazienti con adenocarcinoma rettale in stadio II o III trattati con chemioterapia di induzione seguita da chemioradioterapia ( INCT-CRT ) o chemioradioterapia seguita da chemioterapia di consolidamento ( CRT-CNCT ) ed escissione mesorettale totale ( TME ) o watch-and-wait sulla base della risposta del tumore.

I pazienti di entrambi i gruppi hanno ricevuto 4 mesi di Fluorouracile - Leucovorina - Oxaliplatino per infusione o Capecitabina - Oxaliplatino e da 5.000 a 5.600 cGy di radiazioni combinate con Fluorouracile per infusione continua o Capecitabina durante la radioterapia.

Lo studio è stato progettato come due studi indipendenti con la sopravvivenza libera da malattia ( DFS ) come endpoint primario per entrambi i gruppi, con un confronto con un'ipotesi nulla sulla base dei dati storici.
L'endpoint secondario era la sopravvivenza libera da escissione totale del mesoretto.

Il follow-up mediano è stato di 3 anni.

La sopravvivenza libera da malattia ( DFS ) a 3 anni è stata del 76% per il gruppo INCT-CRT e del 76% per il gruppo CRT-CNCT, in linea con il tasso di sopravvivenza DFS a 3 anni ( 75% ) osservato storicamente.

La sopravvivenza libera da escissione totale del mesoretto a 3 anni è stata del 41% nel gruppo INCT-CRT e del 53% nel gruppo CRT-CNCT.
Non sono state riscontrate differenze tra i gruppi in termini di sopravvivenza libera da recidiva locale, sopravvivenza libera da metastasi a distanza o sopravvivenza globale.
I pazienti sottoposti a escissione totale del mesoretto dopo la ristadiazione e i pazienti sottoposti a escissione totale del mesoretto dopo la ristadiazione hanno avuto tassi di sopravvivenza libera da malattia simili.

La conservazione dell'organo è realizzabile nella metà dei pazienti con tumore del retto trattati con terapia neoadiuvante totale, senza un apparente detrimento della sopravvivenza, rispetto ai controlli storici trattati con chemioradioterapia, escissione totale del mesoretto e chemioterapia postoperatoria. ( Xagena2022 )

Garcia-Aguilar J et al, J Clin Oncol 2022; 40: 2546-2556

Onco2022 Gastro2022 Farma2022



Indietro